Ammaliati dal Ring of Kerry!

24 11 2012

E’ la mattina del 7 Agosto e dopo la solita Full Irish Breakfast partiamo alla volta del famosissimo Ring of Kerry: un’anello creato dalla N70 che segue tutta la costa della penisola di Iveragh, partendo e arrivando a Killarney (Mappa del percorso).

Questo anello  o Ring è famoso per i paesaggi mozzafiato che regala agli esploratori, per la bellezza e varietà delle coste. Viene consigliato di percorrere l’anello in orario, per poter scoprire in modo graduale i vari paesaggi. Il paesaggio è a dir poco stupendo, siamo costratti a fermarci ogni curva per poter fare foto e goderci lo spettacolo delle coste frastagliate. L’inizio della mattinata, meteorologicamente parlando non è un gran che, c’è nebbia, tanta nebbia, troppa nebbia! Fortunatamente come ci avviciniamo di più alla costa, la nebbia e le nuvole si alzano un pochino, rendendo ancora più suggestivo il paesaggio.

Il caro nonnino del B&B ci suggerisce di recarci anche a Valetia Island, per poter ammirare altri paesaggi strabilianti, ed è proprio quello che facciamo. Partiamo da Killarney e percorrendo la N70, arriviamo fino a Portmagee, dove un ponte collega il ring all’isola. Per arrivare sull’isola potremmo prendere anche un piccolo traghetto a Reenard Point, dove la Valentia ferry effettua continue traversate. (Percorso alternativo usando il traghetto) In effetti questa del traghetto è la soluzione migliore, peccato che noi ci siamo accorti della possibilità di utilizzare la nave solo arrivati al porto dell’isola, passando per il ponte di Portmagee. Abbiamo fatto più strada, però il paesaggio ci ha regalato emozioni forti e non possiamo lamentarci.

Giunti sull’isola, visitiamo il porto della cittadina più grande, Knightstown e poi saliamo sul punto più alto, la Geokaun Mountain per poter ammirare il paesaggio delle Fogher Cliffs. Qui è stato realizzato un bel balcone panoramico per poter godere di una vista davvero speciale.

Lasciamo Valentia Island per poter continuare il nostro tour nel Ring of Kerry, dirigendoci verso Kenmare sempre sulla N70. Costeggiamo delle spiagge stupende e solo il clima indulgente ci ferma dal fare un bel bagno nell’oceano. Dopo una breve sosta a Kenmare e una breve passeggiata per riprendere fiato dopo i tanti km percorsi e le infinite curve affrontate, risaliamo in auto e iniziamo a tornare verso Killarney. Il paesaggio che ci si presenta davanti ci coglie di sorpresa, non ci aspettavamo qualcosa di così bello e suggestivo come il Killarney National Park. Solo questo parco merita giornate di escursioni via terra e via lago. Il nostro prossimo viaggio in Irlanda spero possa colmare questa lacuna che ci stiamo lasciando alle spalle. Abbiamo giusto il tempo di fermarci presso un’antica chiesa proprio a ridosso di alcune cascate e poi una breve sosta sul lago per poter verificare personalmente quanto siano ghiacciate le sue acque. Che  peccato non poter rimanere altro tempo qui, Killarney, il suo parco e la sua gente hanno lasciato il segno nel nostro cuore. Siamo stanchissimi e stiamo odiando l’auto per i tantissimi km percorsi in questi 2 giorni, però ci sentiamo ricchi dentro per avevr avuto il privilegio di ammirare questi posti incantevoli.

Qui la gente è semplice, anche perchè non serve innalzarsi, la grandezza dell’Irlanda è sotto gli occhi di tutti!  Lo spirito Irlandese ci sta contaggiando, tutto sembra meno difficoltoso e le preoccupazioni meno angoscianti. Non ci preoccupiamo, proprio come dice un detto Irlandese:

Ci sono solo due cose di cui ti devi preoccupare:
o stai bene o stai male.
Se stai bene non ti devi preoccupare.
Ma se stai male,
ci sono solo due cose di cui ti devi preoccupare:
o guarisci o muori.
Se guarisci non ti devi preoccupare.
Ma se muori,
ci sono solo due cose di cui ti devi preoccupare:
o vai in paradiso o vai all’inferno.
Se vai in paradiso non ti devi preoccupare.
Ma se vai all’inferno,
ti ritrovi tanto preso a salutare gli amici
che non hai neanche il tempo di preoccuparti.
Non ti preoccupare.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Azioni

Information

3 responses

25 11 2012
Amedar Consulting

Thank you for another informative web site. Where else could I get that type of information written in such an ideal way? I’ve a project that I am just now working on, and I have been on the look out for such information.

1 12 2012
Anonimo

Magnifiche foto, vi siete fatti anche il bagno? o l’acqua era troppo fredda? Sto pensando anch’io di fare un viaggio del genere. Qual’è il periodo migliore?

3 12 2012
Lorenzo Piludu

Ciao, il bagno l’ho fatto a Doolin, ma l’acqua era ghiacciata!! Il periodo migliore è quello estivo, nei mesi di giugno e luglio!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: