Ireland…trip planning!!

26 09 2012

Eccomi qui, come vi dicevo parleremo di Irlanda, terra di poeti, scrittori,  musicisti e combattenti!

Come nasce l’idea di questo viaggio? La voglia di esplorare terre incontaminate, paesaggi mozzafiato, bere ottima birra e godersi un pò di fresco, ha prevalso sulla voglia di mare e condividendo questo obiettivo con altri amici, abbiamo deciso di organizzare il viaggio.

Per prima cosa abbiamo cercato il volo e per l’Irlanda si può contare su diverse soluzioni low-cost, tra cui Ryanair e AerLingus, in partenza da Roma Ciampino,  oltre che ai normali voli di linea in partenza da Fiumicino.

Abbiamo prenotato con largo anticipo, sfruttando le offerte che Rayanair fa sul lungo periodo. In alternativa, si possono sempre consultare i vari siti di viaggi come eDreams o LastMinute.com. Con questa seconda soluzione troverete prezzi bassi, ma effettuerete uno scalo in un’altro aeroporto europeo. Mia cognata ad esempio, decidendo di raggiungerci durante il viaggio, ha optato per una soluziuone simile, facendo scalo a Francoforte (sempre partendo da Roma), riuscendo così a mantenere basso il prezzo.

Una volta preso il volo, abbiamo iniziato a stabilire come sfruttare i 12 giorni a disposizione. Mi sono recato in libreria e ho acquistato la guida della National Geographic, ormai eletta come guida ufficiale dei miei viaggi!!

Ci siamo resi conto subito che le cose da vedere sarebbero stato tante, quindi abbiamo fatto una scelta in base ai nostri gusti e in base alla dislocazione dei vari siti, così da creare un percorso fluido e ben suddivisibile tra i giorni a disposizione.

Volendo vedere diverse località, anche fuori dalle maggiori città Irlandesi, abbiamo pensato di prendere un’auto in affitto. Cercando su Google abbiamo trovato un vettore economico che avesse a disposizione l’auto che facesse al caso nostro: una Ford Galaxy da 7 posti!!

Per decidere e suddividere l’itinerario, abbiamo inserito le varie località su Google Maps, così da calcolare i km, vedere i percorsi e capire i tempi che avremmo impiegato. E’ stato un lavoro lungo, ma ha portato i suoi frutti!!

Per ogni destinazione, sempre grazie a Google, abbiamo individuato le coordinate GPS da inserire sul navigatore, così da essere sicuri di arrivare esattamente dove volevamo!! Abbiamo deciso di non avere un itinerario chiuso, ma variabile, dove l’unica costante sarebbe stata la località di arrivo. Potevamo cambiare il piano di viaggio in qualunque momento, sempre però ricordando cosa volevamo vedere.

La nostra eccitazione per l’imminente viaggio aumentava ad ogni nuova località studiata ed inserita nella mappa, la nostra voglia di avventura cresceva e anche la mia ansia per la guida a destra!! Inoltre, grazie a StreetView di GoogleMaps, stavo iniziando a vedere quanto fossero strette le strade di campagna irlandesi e l’idea di guidare un Galaxy, per di più a destra, iniziava ad inquietarmi!!

La nostra immaginazione continuava a lavorare alacremente, non vedevamo l’ora di vivere questa realtà

Scopo del viaggiare è disciplinare l’immaginazione per mezzo della realtà e, invece di pensare come potrebbero essere le cose, vedere come sono in realtà.

Samuel Johnson


Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: